Spiaggia

Identificato il cadavere di Eraclea Minoa

La spiaggia di Capo Bianco
La spiaggia di Capo Bianco
27 ago 2014 - 18:41

ERACLEA MINOA - Erano stati i bagnanti presenti in spiaggia ad allertare le forze dell’ordine circa la presenza del corpo senza vita di un uomo, le cui generalità sono rimaste nell’ombra per diverse ore, in quanto non è stato possibile rinvenire, insieme al corpo, i documenti che ne avrebbero permesso l’identificazione. Avviate, immediatamente, le indagini da parte dei carabinieri.

Il puntuale intervento degli uomini dell’Arma, coordinati dal maresciallo Liborio Riggi, ha permesso di identificare in Vincenzo Spirio, sessantenne agrigentino, il cadavere dell’uomo. Vincenzo Spirio, il cui corpo non riportava alcun segno di violenza, pare, sia stato colto da un malore che non gli ha lasciato scampo. Non è il primo caso in cui un malore in spiaggia, specie nell’agrigentino, causa la morte di villeggianti. Spesso si tratta di persone, non accompagnate, che trovano difficoltà nell’allertare le persone vicine della pericolosa occorrenza.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati