Ladri

Fermata la banda della spaccata. Commercianti e farmacisti ne avevano paura

Dai primi di giugno erano sempre in agguato a Termini Imerese. Commercianti e farmacisti avevano il terrore di finire nelle loro grinfie. Quattro i ragazzi che sono stati arrestati: rubavano all'interno di esercizi commerciali e farmacie
carabinieri
8 ago 2014 - 21:53

TERMINI IMERESE - In tre giorni hanno rubato a go go. La banda della “spaccata” che ha terrorizzato nell’ultimo mese commercianti e farmacisti di Termini Imerese è stata fermata dai Carabinieri di Monreale.

Salvatore Correnti, 19 anni, Ivan e Giuseppe Caravello, di 18 e 31 e  Samuele Sciortino, di 25 anni sono stati arrestati. Sono stati loro a forzare, fra il tre e il sei giugno scorsi, gli ingressi di due farmacie, la “Vittorio Maria Teresa” di piazza Umberto Primo e la “Morreale” di via Torino, e tre esercizi commerciali, una rivendita di tabacchi di Trabia, il Centro Marcket Calzature di via Senatore Battaglia e il supermercato Conad di piazza Crispi.

Dalle indagini è emerso che stavano già pianificando nuovi agguati sempre in zona. Proprio le farmacie erano il loro punto forte perchè gli veniva più semplie scassinare le serrature delle porte scorrevoli e quando non riuscivano, senza colpo ferire, spaccavano le vetrate. L’obbiettivo dovevano raggiungerlo a tutti i costi.

Il loro modus operandi era sempre uguale: se c’era la saracinesca, in tre la sollevavano piegandola e uno strisciava a terra per entrare, rubare solo i soldi contenuti nel registratore di cassa e scappare a bordo di due macchine rubate. Unico passo falso è stato che hanno agito sempre a volto scoperto e le immagini dei sistemi di video sorveglianza li hanno incastrati.

Commenti

commenti

Giorgia Mosca



© RIPRODUZIONE RISERVATA