Antimafia

Arrestato a Pozzallo il boss camorrista Aldo Gionta

Lo hanno bloccato i carabinieri mentre si imbarcava in direzione Malta
carabinieri
17 ago 2014 - 14:27

POZZALLO - Si trovava sabato sera a Pozzallo il boss della camorra Aldo Gionta, 42 anni, in attesa di imbarcarsi su un aliscafo diretto a Malta quando i carabinieri lo hanno arrestato. L’uomo, ricercato dallo scorso giugno per associazione mafiosa, è un elemento di spicco del clan Gionta di Torre Annunziata, in provincia di Napoli.

E’ figlio di Valentino Gionta, attualmente in carcere in regime di 41 bis, noto per il suo presunto coinvolgimento nell’omicidio del giornalista napoletano Giancarlo Siani, freddato dai killer sotto casa il 23 settembre 1985. Proprio un articolo del cronista sull’arresto di Gionta avrebbe scatenato la rappresaglia del boss.

Il blitz dei militari dell’arma di Modica e Torre Annunziata è avvenuto intorno alle 20: in borghese, hanno atteso che Aldo Gionta si imbarcasse per poi arrestarlo.
L’uomo è accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso ed era ricercato da giugno scorso per un provvedimento di fermo della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

I Gionta, in passato, erano stati alleati a clan di Cosa Nostra palermitana e avevano combattuto, alleati dei Nuvoletta, contro la Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo.

 

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati