Oggi vi presento...
 

Adriano Celentano, il molleggiato ragazzo della via Gluck

Oggi vi presento…Adriano Celentano

17 dic 2016 - 10:32

I fans sono tanti, centinaia in tutta Italia. Lo stile è sempre quello: maglietta dallo scollo a “v” profondo, giacca dietro la schiena e occhi nascosti da un magico paio di occhiali a goccia. Non appena la musica parte qualcosa si impossessa di loro: “Con 24mila baci”, “Felici corrono le ore”…È iniziato il mito celentanesco!

Si perché Adriano Celentano, soprannominato il “molleggiato” per il suo modo di ballare è un mito considerato il pilastro della musica italiana. Celentano nasce nella sua casa natale di via Gluck 14 a Milano il 6 Gennaio 1938.

Influenzato dalle sonorità rock and roll, inizierà ad interessarsi di musica formando il gruppo dei Rock Boys. Ma il vero e proprio successo di Adriano, che lo consacrerà nella storia della musica sarà “Il tuo bacio è come un Rock” del 1958 che si fionderà al primo posto della hit parade per due settimane.

Da quel momento in poi solo grandi successi: Stai lontana da me, Pregherò, Si è spento il Sole, Ragazzo della via Gluck.

Vincerà il Festival di Sanremo con il brano “Chi non lavora non fa l’amore” nel 1970. E che dire del brano “Prisencolinesinanciusol” canzone del 1972 il cui testo si baserà su un vocabolario di sua invenzione.

Persino lo scrittore e blogger statunitense Cory Doctorow scopre Celentano molti anni dopo.

Il Columnist rilancia casualmente il pezzo e accade che una folla di blogger giovani sente questo brano di 40anni fa, senza conoscere minimamente il Molleggiato e scoppia subito la celentanomania.

Celentano è uno che la sa lunga, come i suoi intramontabili successi cinematografici con il Bisbetico Domato, Asso, Segni particolari bellissimo, Bingo Bongo, Innamorato pazzo, che di certo ognuno di noi avrà rivisto almeno centinaia di volte.

Ma si sa…lui resterà sempre Il re degli ignoranti, lui stesso l’ha affermato: “Esco di rado e parlo ancora meno” perché “Io non so parlar d’amore” ma resterà “Per sempre” nei nostri cuori perché per noi lui è “L’Arcobaleno”.

A distanza di 18 anni dall’ultimo lavoro insieme alla tigre di Cremona, Celentano e Mina ritornano insieme pubblicando un altro album dal titolo “Le migliori” con il primo singolo estrapolato “Amami Amami”…e come non farlo.

Barbara Gricoli

Redazione NewSicilia