L'intervista
 

Pippo Franco a NewSicilia per parlare del rilancio della Sala De Curtis di Catania

25 nov 2015 - 07:30

CATANIA - Attore, cantante, cabarettista e conduttore televisivo. Non si può non ricordarlo al “Bagaglino”, a “La sai l’ultima?” o nel 1978 come protagonista dello spettacolo “Il ribaltone”… avrete sicuramente capito che stiamo parlando di Francesco Pippo, conosciuto e amato dagli italiani con lo pseudonimo di Pippo Franco.

Un volto che rimane impresso e una simpatia travolgente, fin dagli anni settanta è uno dei principali comici e conduttori della televisione italiana. Lunedi mattina è venuto ospite nella redazione di NewSicilia e fra una battuta e una risata ha ricordato alcuni dei momenti più belli della sua carriera.

Con un accento, forse un po’ nostalgico, dei tempi che furono ha spiegato cosa secondo lui è cambiato nello spettacolo dagli anni del suo varietà ad oggi… ma guarda con positività anche al presente.

Pippo Franco si trova a Catania perché ha scelto di scommettersi in un ambizioso progetto di rilancio della cultura e dello spettacolo in città alla Sala De Curtis di via Duca degli Abruzzi.

Progetto realizzato dall’attrice Francesca Litrico che ha affidato la direzione artistica al noto attore e cabarettista Sandro Vergato. L’obbiettivo è chiaro: creare, in un luogo un po’ atipico, un vero e proprio salotto letterario per la città.

E così si apriranno le porte ad una nuova stagione di cabaret, varietà, Cafè Chantant, concerti musicali, teatro e prosa ma anche cultura a 360 gradi. 

Un cartellone ricchissimo di appuntamenti e il supervisore sarà sempre e solo lui: Pippo Franco. E allora non rimane che prenotare subito una poltrona in prima fila.

Giorgia Mosca